top of page
  • Immagine del redattore

La nuova normalità che avanza...

Purtroppo le notizie di malori improvvisi, decessi nel sonno, infarti, ictus e chi più ne ha più ne metta, sembrano non arrestarsi.

Giorno dopo giorno assistiamo a una mattanza silenziosa.

Nessuno si pone questioni anche perché con buona probabilità questo porrebbe di fronte ad un corto circuito logico insostenibile. Mi spiego meglio con una vignetta esemplificativa, nel passato ho optato per l'inoculo per togliermi il fastidioso sentimento di pericolo (dovuto ad un virus) , però per sentirmi sicuro preferisco tenere anche la mascherina, si sa mai no? Dunque mi prendo un farmaco per superare una paura ma la paura non va via, tanto è vero che tengo la mascherina per sentirmi più sicuro.

Non è finita qui eh.... Anzi qui comincia il bello dello show.

Qualcuno mi suggerisce continuamente che chi non si è inoculato è pericoloso, soprattutto per me che ho scelto l'inoculo e per sicurezza tengo pure la mascherina, dunque la paura è ancora la compagna di viaggio. Buono a sapersi, a questo punto basta che il burattinaio dica che chi si è inoculato ha fatto il suo "dovere" e tutti i cattivoni che non hanno voluto credere alla storiella "non ti vaccini, ti ammali, muori e fai morire"...saranno fritti eh eh eh.

Quindi dopo le parole"legittimanti" del burattinaio tutti gli inoculati possono sentirsi nel giusto, trattando in modo bieco coloro i quali scelsero basandosi sui dati disponibili, dileggiandolo e non perdendo occasione per marcare la propria superiorità morale e civica.


Personcine deliziose eh! Mica squadristi...


La storia non è ancora finita però visto che adesso dovrebbe essere la fase delle controindicazioni a "medio termine" direi che non c'è molto di cui stare allegri.

Intanto continua la mietitura degli inoculati ma questi ultimi ormai incapsulati in un ingorgo logico che per uscire impone loro di riconoscere se stessi come minimo come timorosi, ignoranti, frettolosi, e sciocchi perché non capaci di riconoscere un interlocutore animato da buona fede piuttosto che un manipolatore. Insomma non c'è di che gioire, lo avevo già detto.

Questi poveretti ormai sono costretti ad ammettere a se stessi il peggio, dispiace.

Spero solo sappiano trovare la forza per rivalutare anche perché farsi circuire può succedere...ma perseverare....


14 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

SmartPhone e Attenzione

Nel video di oggi cerco di approfondire il tema della pervasività dei dispositivi tecnologici nella nostra vita. Di fatto lo strumento più presente nelle nostre mai è ad oggi lo smartphone che con le

Comentarios


bottom of page